Lapaweb

Come farsi trovare su Facebook

Facebook nasce come luogo virtuale in cui ritrovare vecchi amici, parenti, colleghi e compagni di scuola.

Poi si è trasformato in qualcosa di più. Con oltre un miliardo di iscritti, Facebook è diventata la più grande community online del mondo.

E' importante essere riconoscibili dagli altri

Tra tanta gente e omonimie, essere trovati su FB non è più così semplice come una volta.

Come essere riconosciuti su Facebook

  1. Usare il proprio nome e cognome. Registrare un account con false generalità è poco razionale. Come fanno gli altri a riconoscermi se mi nascondo dietro un nome falso? È sempre meglio usare il nome reale per essere trovati. C'è anche la possibilità di indicare un soprannome aggiuntivo.
  2. Indicare la scuola frequentata e i luoghi di lavoro più importanti. Facebook suggerisce agli utenti le persone che potrebbero conoscere in base alle esperienze passate. È quindi importante indicare il periodo ( anno ) in cui ho frequentato la scuola e dove ho lavorato.
  3. Mostrare una foto di sé. In pochi stringono amicizia con un utente senza foto o poco riconoscibile. La foto del profilo toglie ogni dubbio ed evita le omonimie. Permette agli altri di riconoscermi a colpo d'occhio. Pertanto, se voglio essere trovato, devo pubblicare una mia foto nel profilo.

Come proteggere la privacy su Facebook

Farsi trovare è giusto ma è anche consigliabile non esagerare con le informazioni personali.

Se da un lato documentare poche informazioni su se stessi non aiuta gli amici a trovarmi, dall'altro lato documentarne troppe può causarmi seri danni alla privacy.

Perché è meglio non dire tutto di sé? Indicare su Facebook le proprie preferenze politiche o la lista dei partner avuti nel corso della vita, è inutile e pericoloso. Può causare serie discriminazioni in ambito lavorativo. Inoltre, le informazioni personali sono dati sensibili che possono essere utilizzate da altri per il furto di identità o altro. Alcuni ladri di appartamento consultano FB per sapere quando le persone non sono in casa, e così via.

Basta mostrare pubblicamente soltanto quelle informazioni che aiutano gli altri a riconoscermi.

  1. Foto su Facebook. Nella foto del profilo è sufficiente utilizzare una fotografia di sé in cui è visibile solo il taglio degli occhi. È meglio evitare di pubblicare una foto tessera con il volto in primo piano.
  2. Scuola e lavoro. Non c'è bisogno di scrivere il voto di laurea o le mansioni svolte presso un datore di lavoro. Sono informazioni sensibili e irrilevanti. Per essere riconosciuti dagli altri basta indicare quando sono stati frequentati questi posti.
  3. Non condividere pubblicamente foto e opinioni personali. È meglio condividere le foto e le opinioni personali soltanto con la lista degli amici su Facebook. In questo modo gli altri utenti non possono vederle.
  4. Disattivare l'opzione amici degli amici. Secondo me è un'opzione da disabilitare. Consente agli amici degli amici di leggere i miei post e visualizzare le mie informazioni personali. Si tratta però di persone sconosciute. Potrebbe esserci chiunque. È meglio evitare.

Come non farsi trovare su Facebook

Quando commento un post di altri o partecipo a un gruppo pubblico, i miei commenti sono visibili a tutti.

Cosa c'è di male? Tramite i commenti consento indirettamente alle altre persone di capire cosa penso. Quali sono le mie opinioni politiche. Sul mio nome utente in Facebook c'è il mio nome e cognome, la città dove vivo. E non sempre è conveniente. Potrei anche perdere degli amici.

Se voglio usare Facebook come una community, in cui chattare o discutere con altre persone sconosciute, è meglio farlo in anonimato e utilizzare uno pseudonimo.

Talvolta è opportuno creare due account su Facebook

  1. Un profilo per gli amici. Nel primo account pubblico i miei dati personali per consentire ai vecchi amici e colleghi di trovarmi.
  2. Un profilo per partecipare alle community. Nel secondo account pubblico uno pseudonimo o un soprannome, facendo attenzione a non usare il nome di un altro. Questo profilo aggiuntivo lo utilizzo esclusivamente per partecipare ai gruppi, per commentare le notizie e le pagine degli altri.

Attenzione. Facebook vieta di registrare un secondo account. Tuttavia, non c'è nulla che proibisce tecnicamente di aprire un altro profilo. Basta usare un indirizzo email diverso dal primo durante l'iscrizione. Inoltre, questo non vuol dire che posso dire tutto ciò che voglio. Il secondo account è utile soltanto per proteggere la mia privacy personale dagli altri.

In questo modo, evito di farmi trovare su Facebook e tutelo la mia privacy.



guida Facebook